Utilizzando questo sito accetti implicitamente l'utilizzo dei cookieInformati
Area Riservata

Tirocini

tirocini

Che cos’è un #tirocinio?

Il tirocinio è un’esperienza di lavoro presso un’impresa o un ente pubblico che permette all’azienda di conoscere, formare e mettere alla prova il tirocinante a costi contenuti e permette al disoccupato di acquisire esperienza diretta e approfondire la conoscenza del mondo del lavoro.

Qual è la durata massima di un tirocinio?

La durata massima di un inserimento in tirocinio è di 6 mesi, proroghe comprese, salvo quanto espressamente stabilito dalla legge per particolari categorie di soggetti svantaggiati.

Ci sono limiti d’età per svolgere un tirocinio?

Il limite di età minimo per svolgere il tirocinio formativo e di orientamento è di 16 anni, con #obbligo scolastico assolto.

Quali disposizioni devono essere rispettate?

  • Non è ammesso il tirocinio reiterato nella stessa azienda, anche se con mansioni differenti e non in continuità temporale.
  • Il lavoratore, in precedenza in forza all’azienda con qualsivoglia tipologia contrattuale, non può essere avviato in tirocinio nell’azienda medesima, neanche con mansione differente, a meno che si tratti di diverso ramo aziendale.
  • Non è ammesso il tirocinio presso aziende che hanno in corso sospensioni di lavoratori in C.I.G.S, C.I.G. in deroga e hanno proceduto ad effettuare licenziamenti collettivi e per giustificato motivo oggettivo, nonché riduzione di personale, avviato procedure di mobilità nei sei mesi precedenti la richiesta di attivazione di tirocinio.
  • Il progetto formativo presentato dall’azienda deve essere dettagliato e indicare non solo il tipo di professionalità che si intende formare on the job, ma anche le competenze, al fine di dimostrare l’utilità del tirocinio in termini di creazione e/o aggiornamento delle competenze per l’ingresso o il reinserimento nel mondo del lavoro.

Quali sono le diverse tipologie di tirocinio?

  • curriculare rivolto a studenti inoccupati frequentanti percorsi formativi di II e III ciclo
  • formativo e di orientamento rivolto a persone non occupate, entro 12 mesi dal conseguimento del titolo di studio
  • di inserimento/reinserimento rivolto a persone inoccupate, disoccupate
  • tirocinio rivolto a persone disabili,  svantaggiate e particolarmente svantaggiate non occupate.
  • estivo rivolto a studenti iscritti regolarmente ad un istituto scolastico e formativo
  • tirocinio rivolto a persone svantaggiate o particolarmente svantaggiate. Le persone svantaggiate sono, ai sensi del comma 1, articolo 4 della legge 381/1991, ex degenti di istituti psichiatrici, soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione; persone particolarmente svantaggiate sono, ai sensi della DGR del Piemonte n. 54-8999 del 16 giugno 2008 e della DGR del Piemonte n. 91- 10410 del 22 dicembre 2008, donne soggette a tratta, rom, senza fissa dimora. L’inserimento in questi casi può coprire un periodo massimo di 12 mesi.
  • tirocinio rivolto a persone disabili, ai sensi dell’art.1 della Legge 12 marzo 1999, n. 68. Il tirocinio può avere una durata massima di 24 mesi.

Quanti tirocinanti si possono ospitare in azienda?

  • 1 tirocinante per datori di lavoro senza dipendenti, ivi compresi gli imprenditori e i liberi professionisti, operanti in qualsiasi settore di attività ad eccezione del lavoro domestico;
  • 1 tirocinante in aziende con un numero di dipendenti compreso tra 1 e 5;
  • massimo 2 tirocinanti in aziende con un numero di dipendenti compreso tra 6 e 19;
  • massimo il 10% dei dipendenti in aziende con un numero di dipendenti maggiore di 20.

Come si attua un tirocinio?

Per l’avvio di un tirocinio è necessario formalizzare una convenzione tra il Centro per l’impiego ente promotore del tirocinio, il tirocinante e l’azienda ospitante, corredata da un progetto formativo. Questa fase potrà richiedere fino a 10 giornate lavorative dall’approvazione.

Che cosa contiene il progetto formativo?

  • obiettivi e modalità di svolgimento del tirocinio;
  • nominativi del tutore incaricato dal soggetto promotore e del responsabile aziendale;
  • estremi identificativi delle assicurazioni relative alle attività svolte dal tirocinante;
  • durata e il periodo di svolgimento del tirocinio;
  • struttura ospitante e relativo settore di inserimento.

E’ prevista una copertura assicurativa?

Il tirocinante deve essere assicurato da parte dell’azienda ospitante contro gli infortuni sul lavoro presso l’INAIL, oltre che per la responsabilità civile verso terzi con una compagnia assicuratrice. La copertura assicurativa deve comprendere anche le attività svolte dal tirocinante al di fuori dell’azienda, ma rientranti nel progetto formativo.

Il tirocinante deve essere retribuito?

E’ obbligatorio corrispondere al tirocinante un’indennità di partecipazione di minimo € 600,00 se il rapporto è full time o di minimo € 300,00 per il part time, mentre non sarà erogata alcuna indennità in caso il tirocinante sia percettore di ammortizzatori sociali, potrà invece essere riconosciuto un rimborso spese come specificato nella normativa regionale.

E’ prevista una formazione in materia di #sicurezza sul lavoro?

Sì, spetta al soggetto ospitante fornire all’avvio del tirocinio sufficiente e adeguata formazione in materia di sicurezza e sorveglianza sanitaria.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a:

Ufficio Tirocini Mail: tirocini.cpi.omegna@agenziapiemontelavoro.it  o tel. 0323 61527

Per avere maggiori chiarimenti o risposte alle FAQ puoi consultare il SITO REGIONE PIEMONTE

 Accedi al Portale Gestione Tirocini

NEWS LUGLIO 2019

SI COMUNICA CHE IL CENTRO PER L’IMPIEGO DEL VERBANO CUSIO OSSOLA IN QUALITA’ DI ENTE PROMOTORE  TEMPORANEAMENTE (PRESUBILMENTE FINO AL MESE DI SETTEMBRE 2019) NON POTRA’ PROCEDERE ALLA STIPULA DI NUOVE CONVENZIONI DI TIROCINIO DI INSERIMENTO LAVORATIVO CON LE AZIENDE RICHIEDENTI

La sospensione è necessaria in quanto come da normativa è obbligatorio non superare la quota di proporzione tra i tutor dell’ente del promotore (Centro per l’Impiego) ed i tirocinanti ospitati in azienda e attualmente la quota risulta raggiunta.

ATTENZIONE: la sospensione riguarda solo l’avvio di NUOVE convenzioni ed esclusivamente  il Centro per l’Impiego del Verbano Cusio Ossola.

NEWS MARZO 2018 – TEMPISTICA ATTIVAZIONE TIROCINI

S’informa l’utenza che, a causa di contingenti vincoli organizzativi connessi anche all’applicazione della DGR 85-6277 DEL 22.12.2017 , l’avvio dei tirocini potrà richiedere fino a 10 giornate lavorative dall’approvazione.

Scopri tutti gli articoli sui Tirocini
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone